Solidarietà con le Alpi occitane dopo il disastro

Comunicato · 10.10.2020

Limone (foto: Meteoweb)
Limone (foto: Meteoweb)

Ad appena 4 giorni dalla disastrosa alluvione che ha colpito le valli occitane alpine —Tanaro, Vermenagna, Gesso, Roia, Tinea, Vesubia— i media italiani già si dimenticano dell’evento.

 

Nel frattempo segnaliamo come, nonostante il valoroso impegno dei volontari a cui va il nostro GRAZIE, la zona di Limone sia ancora non totalmente raggiungibile. Gli impianti sciistici sono seriamente danneggiati.

 

Ci sentiamo in dovere di comunicare come la Valle Roya, visitata dal presidente francese Macron, è ancora raggiungibile solo tramite elicotteri. La televisione francese, France Info, paventa la possibilità di evacuare la Valle Roya, scatenando la legittima protesta dei Tendaschi.

 

Le autorità francesi assieme a quelle italiane stanno tentando di ripristinare, almeno per il trasporto di merci, la linea ferroviaria da Limone a Tenda, i primi aiuti via ferrovia arriveranno a Vievola... Ci auguriamo che la ferrovia sia potenziata!

 

Ci sentiamo in dovere di denunciare l’assenza del governo italiano nelle vallate. Rendiamo nota la situazione in Valle Gesso, dove la strada oltre il lago delle rovine non esiste più, rischiando di danneggiare in maniera definitiva l’economia turistica della vallata... 

 

Anche la situazione a Ormea è gravissima. Il paese è ancora nel fango. Servono interventi immediati.

 

ASSEMBLADA OCCITANA

  

Sèti: Ais de Provença

Sit: www.assemblada.org

E-mail: info@assemblada.org